FERRAGOSTO INSIEME

NEL CUORE VERDE D’EUROPA
IL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO
dal 13 al 16 Agosto 2022
ALLA SCOPERTA DELLA NATURA, DEI BORGHI MEDIEVALI, DELLA STORIA, DELLA CULTURA E DELLA GASTRONOMIA D’ABRUZZO


SANTO STEFANO DI SESSANIO, BOMINACO, CAPESTRANO, CELANO, CORFINIO, PETTORANO, PESCOCOSTANZO,PACENTRO, ALBA FUCENS, TAGLIACOZZO, SULMONA

SCONTO DI EURO 80,00 A COPPIA PER PRENOTAZIONI ENTRO IL 30 MAGGIO

Sabato 13 agosto 2022 – CELANO, CORFINIO, SULMONA

Partenza in orario e luogo convenuti, sosta tecnica in corso di viaggio. Arrivo a Celano, sito in posizione strategica e pittoresca a guardia della fertile piana del Fucino. Incontro con la guida e visita del castello dalle quattro torri merlate (noto come Castello “Piccolomini” dal nome del nipote di Papa Pio II, che lo trasformò in una delle più imponenti residenze aristocratiche del Quattrocento abruzzese); con l’ingresso al castello è possibile visitare l’interessante Museo della Marsica, costituito da due nuclei espositivi: uno dedicato all’arte sacra (oreficerie, paramenti ed altro, secc VI – XVIII); l’altro comprendente la raccolta archeologica costituitasi con i materiali rinvenuti durante i lavori di prosciugamento del lago Fucino, voluti dal Principe Alessandro Torlonia. Proseguimento per Corfinio, nota antica capitale dei popoli italici, per la visita del complesso monumentale della Basilica di San Pelino, cattedrale della diocesi di Valva, uno dei più importanti monumenti medioevali abruzzesi: costruito da più corpi di fabbrica, caratterizzati da un grande prestigio architettonico ed artistico sia all’interno che all’esterno. La Cattedrale, con portale elegantemente ornato da motivi vegetali, ha l’interno a tre navate dove è l’ambone di pietra, uno dei più significativi esempi dell’arte romanica abruzzese; tracce di affreschi due-trecenteschi e un bel bassorilievo di Madonna con Bambino, del XII secolo. Arrivo in hotel, sistemazione e pranzo. Nel pomeriggio: visita di Sulmona, l’antica Sulmo, patria del grande poeta latino Ovidio. Oggi famosa per la pregevole produzione di confetti, nel Medioevo fu la città più importante della regione, sita su un’arteria commerciale che collegava Napoli con Firenze. Visiteremo il bel centro storico: Cattedrale di S. Panfilo, con cripta altomedievale e notevole portale quattrocentesco, Palazzo e chiesa della SS. Annunziata (XII-XVIII secc.), chiesa di S. Francesco della Scarpa con notevole organo ligneo barocco e superbo portale laterale, Fontana del Vecchio (1474), Acquedotto medievale di Re Manfredi di Svevia (1256), chiesa di S. Maria della Tomba con notevole rosone quattrocentesco, la trecentesca Porta Napoli, dalla singolare decorazione in bugnato e rosoncini. Merita una sosta in piazza Garibaldi, già piazza maggiore in cui si svolgono, oltre ai tradizionali e pittoreschi mercati del mercoledì e sabato, i suggestivi riti della Settimana Santa e, in estate, le Giostre Cavalleresche. Visita di un confettificio e degustazione: l’arte confettiera di Sulmona e la qualità della produzione travalicano i confini nazionali e traggono le proprie origini dal tardo Medioevo. Singolari le lavorazioni artistiche che colorano allegramente le vie della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Domenica 14 agosto 2022 –CAPESTRANO, SANTO STEFANO DI SESSANIO, BOMINACO

Colazione in hotel e incontro con la guida. Partenza per il Parco Nazionale del Gran Sasso, attraverso un percorso che costeggia uno dei principali tratturi abruzzesi, il L’Aquila-Foggia: nei pressi di Capestrano, dove fu rinvenuto il famoso Guerriero del VI sec. a. C., simbolo dell’Abruzzo antico, sosta per la visita della chiesa di S. Pietro ad Oratorium, immersa in un boschetto sulle rive del fiume Tirino. Fondata prima dell’anno Mille e resa celebre dal suo quadrato magico, è un capolavoro di architettura sacra medievale: splendido il ciborio che sovrasta l’altare, risalente al XIII secolo e impreziosito da inserti di maiolica policroma; notevoli gli affreschi absidali del XII secolo raffiguranti Cristo in trono tra i simboli degli Evangelisti con i 24 Vecchi dell’Apocalisse. Si proseguirà per Capestrano: borgo dell’alta Valle del Tirino, caratterizzato dal Castello Piccolomini con bastioni circolari, fossato, un bel pozzo del 400 e un’alta torre quadrata. Trasferimento a Santo Stefano di Sessanio, pranzo. Nel pomeriggio: visita di Santo Stefano di Sessanio, (1250mslm), fra i centri montani di impianto medievale più interessanti d’Abruzzo e antico possedimento dei Medici di Firenze che ne commerciavano la produzione di lana. Passeggiata nel borgo attraverso i caratteristici passaggi voltati: visita della Torre Medicea che domina l’abitato, ammirando lungo il percorso guidato i loggiati e gli elementi decorativi rinascimentali che ornano porte, finestre e i tipici vignali. Proseguimento per Bominaco, per la visita della chiesa abbaziale di S. Maria Assunta e dell’attiguo oratorio di S. Pellegrino. La chiesa, romanica, presenta notevoli arredi litici (ambone, cero pasquale), affreschi e, a dividere le tre navate, dodici colonne diseguali, provenienti dal vicino sito archeologico di Peltuinum. L’oratorio, edificato nel 1263, all’interno è interamente decorato con dipinti murali coevi, testimonianza più importante e cospicua nel Medioevo abruzzese, che raffigurano un ciclo dell’ Infanzia del Redentore, un ciclo della Passione, scene del Giudizio Finale, storie di S. Pellegrino e di altri Santi ed infine la famosa serie dei mesi del Calendario. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Lunedì 15 agosto 2022 – PETTORANO, PESCOCOSTANZO, PACENTRO

Colazione in hotel e incontro con la guida. Partenza per Pescocostanzo, borgo gioiello a 1400mslm, nel Parco Nazionale della Majella, in posizione panoramica sugli Altipiani Maggiori d’Abruzzo dove è pure la più famosa Roccaraso, principale stazione sciistica dell’Italia peninsulare. Visita del borgo, ricco di emergenze monumentali, palazzi gentilizi e singolari case popolari, come la quattrocentesca Casa d’Amata. Una sosta attenta merita la Basilica di S. Maria del Colle, di origini medievali, oggi summaartistica della storia locale: all’interno ricchi soffitti lignei, decori in ferro battuto, tarsia marmorea e arredi fra i quali un notevole olio di Tanzio da Varallo e una pregevole statua lignea duecentesca della Madonna del Colle. In caso di riapertura, visita del Museo del Merletto al tombolo, che celebra una delle tradizioni artigianali del borgo. L’itinerario che conduce a Pescocostanzo attraversa il vasto scenario naturale dell’Altopiano delle Cinquemiglia, lungo 9 chilometri e importante luogo di transito degli Appennini, famigerato per le rigidissime temperature invernali. Proseguimento per Pettorano sul Gizio, sito nella riserva naturale Monte Genzana Alto Gizio, importante corridoio faunistico tra il Parco d’Abruzzo e il Parco della Majella. La visita parte dal castello Cantelmo (esterno) altomedievale e con torre longobarda, punto di guardia privilegiato della Valle Peligna, per raggiungere, con una piacevole passeggiata che dà la possibilità di godere dell’impianto medievale del borgo, la Piazza Zannelli, con artistica fontana rinascimentale, palazzi signorili e scorci pittoreschi. Pranzo in hotel oppure in ristorante. Nel pomeriggio: trasferimento a Pacentro, alle falde del Monte Morrone, nel versante occidentale del Parco della Majella. Il borgo medievale è dominato dalle tre alte torri quadrangolari del castello Caldora e offre un colpo d’occhio suggestivo sull’ampia conca di Sulmona. Visita esterna del castello e passeggiata nel centro storico tra strade in pietra, vignali, porticati, palazzi dai fregi rinascimentali,dove, in una graziosa piazza-salotto impreziosita da una bella fontana seicentesca, è la parrocchiale di S. Maria Maggiore (tardo 1500). Interessanti le soste presso una bottega artigiana di statuaria da presepe in terracotta, tipica e viva produzione locale che raffigura nel dettaglio costumi e mestieri tradizionali abruzzesi, e presso la Casa di Marlurita, interessante musealizzazione in situ di una casa contadina di fine Ottocento, perfettamente conservata. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Martedì 16 agosto 2022 – ALBA FUCENS, TAGLIACOZZO

Colazione in hotel e rilascio camere. Incontro con la guida e partenza per il sito archeologico di Alba Fucens, la Piccola Roma d’Abruzzo, importante colonia latina fondata da Roma nel 304 a.C. nel territorio degli Equi, in posizione strategica sulla via Tiburtina Valeria. Notevole per le fortificazioni ben conservate, all’interno sono visibili i resti degli edifici, tra i quali l’anfiteatro scavato nella roccia, il percorso delle strade nonché un vasto sistema dei passaggi sotterranei. Visita della chiesa benedettina di San Pietro d’Albe, costruita sul sito del tempio di Apollo e Diana, uno dei migliori esempi di architettura romanica in Abruzzo: l’interno a tre navate, presenta colonne corinzie, abside semicircolare e cripta, rilevanti l’ambone duecentesco e l’iconostasi di stile cosmatesco. Proseguimento per Tagliacozzo e pranzo. Nel pomeriggio: visita di Tagliacozzo, famosa per la celebre battaglia dei Piani Palentini avvenuta nel 1268, in cui Carlo I d’Angiò, re di Sicilia, sconfisse Corradino di Svevia. Visita del centro storico, dove si accede, attraverso la Porta dei Marsi con quattrocentesca fontana, all’armoniosa Piazza Obelisco, una delle più armoniche d’Abruzzo. Vedremo il notevole Palazzo Ducale, della prima metà del XIV secolo; la Chiesa di San Francesco con bel rosone e portale gotici, chiostro affrescato e le spoglie del Beato Tommaso da Celano (1190-1260) primo biografo del poverello di Assisi; la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, con portale e rosone romanici. Nell’affascinante borgo antico si osservano case abbarbicate alla roccia e il fiume Imele, affluente del Tevere, che dopo un percorso sotterraneo, riemerge nel centro storico, nel panorama verdeggiante dei Monti Simbruini. A termine rientro a Roma.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA IN CAMERA CLASSICA (min. 40 partecipanti):
Euro 550,00 per prenotazioni entro il 30 Maggio; Euro 590,00 per prenotazioni successive
Euro 100,00 supplemento singola (salvo disponibilità)
Euro 40,00 eventuale supplemento a persona per camera superior
Euro 35,00 polizza assicurativa obbligatoria medico/bagaglio

La quota include: Viaggio in pullman, sistemazione in Hotel 4 stelle a Sulmona per 3 notti, guida professionista locale per le visite guidate previste nel programma, 4 pranzi tipici, 3 cene in Hotel.
La quota non include: gli ingressi ai siti (come specificato in seguito), bevande, mance; quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.
INGRESSI DA PAGARE A PARTE:
Castello Piccolomini, € 4,00 per persona.
piccole mance per i custodi dei siti di San Pietro ad Oratorium e di Bominaco.
Museo del Merletto al tombolo di Pescocostanzo, 1 €
piccola mancia per la custode del sito di San Pietro d’Albe.

IL NOSTRO HOTEL:
HOTEL SANTACROCE MEETING

L’Hotel Meeting è uno splendido 4 stelle situato all’ingresso di Sulmona con vista sull’Eremo di Celestino V.Vanta una posizione privilegiata e regala agli ospiti una calda ed intima atmosfera. Si trova a pochi minuti dall’uscita del casello autostradale, lungo la Statale 17, la via d’accesso principale per raggiungere le località sciistiche, le riserve naturali e le principali mete culturali, religiose ed archeologiche d’Abruzzo.
Le 78 camere esclusive combinano eleganza e riservatezza per i momenti di relax ed esigenze professionali.
Gli ambienti eleganti e raffinati e la massima attenzione al servizio faranno del vostro soggiorno un’esperienza unica, permettendovi di rilassarvi in un ambiente confortevole e curato nei dettagli.
Ogni servizio è pensato per rendere indimenticabile la vostra permanenza: piscina esterna con solarium, vasca Jacuzzi, lussuoso e spazioso giardino, palestra Technogym, sala massaggi, Wi-Fi gratuito nelle aree comuni e nelle camere, American bar e Ristorante con vista panoramica.