La Sicilia che non conosci | dal 13 al 17 Marzo

LA STRADA DEGLI SCRITTORI”
&
LA SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE

ISOLA VISTA ATTRAVERSO UN INTERESSANTE ED INEDITO ITINERARIO SULLA STRADA DEI PIU’ GRANDI SCRITTORI SICILIANI CHE INVITA A RIPERCORRERE I LUOGHI VISSUTI, AMATI E DESCRITTI NEI ROMANZI DEI PRINCIPALI AUTORI DEL NOVECENTO. IL TUTTO IN OCCASIONE DELLA FAMOSA “SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE DI AGRIGENTO”.

UN PROGRAMMA DEVVERO ORIGINALE TRA LETTERATURA,

STORIA, TRADIZIONI, NATURA, GASTRONOMIA

dal 13 AL 17 Marzo 2024

CON L’ASSISTENZA DI GUIDE SPECIALIZZATE E CICERONI LETTERARI

L’itinerario unisce cultura e turismo nei luoghi siciliani che hanno
visto nascere e produrre scrittori di prima grandezza: Luigi
Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi
di Lampedusa, Antonio Russello, Rosso di San Secondo e molti
altri, da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e
Agrigento fino a Caltanissetta.

Si tratta di un circuito turistico-culturale che induce il visitatore a godere delle ricchezze artistiche, monumentali, archeologiche e naturalistiche, apprezzandone anche la tradizione enogastronomica. In pochi chilometri si concretizza l’emozione di rivedere e soprattutto vivere, i luoghi che hanno ispirato alcune delle opere più importanti del novecento italiano, con gli occhi di chi li ha vissuti e descritto l’incantevole bellezza dei tesori che essi nascondono. Partendo dall’incantevole bellezza della Valle dei Templi, fulcro dell’itinerario, il viaggiatore potrà̀ soffermarsi fra i resti archeologici di una delle civiltà più fiorenti della Magna Grecia, scoprendo inoltre, i piccoli grandi centri dove assaporare gli ambienti e i paesaggi di tanti libri che hanno dato linfa vitale anche al cinema e al teatro.

Giorno 1 – mercoledì 13 marzo – Sulle tracce del Gattopardo II: alla Kalsa tra memorie garibaldine e set del film di Visconti

Arrivo a Palermo in mattinata. Trasferimento in città. Passeggiata letteraria, di circa due ore e mezza, con il nostro Cicerone letterario Michele Anselmi sulle orme del Gattopardo. A partire dall’ex albergo Trinacria, dove ricorderemo la scena della morte del Principe ed alcune delle sue riflessioni politiche finali, raggiungeremo la chiesa della Gancia, dove il 4 aprile del 1860 scoccò la prima scintilla rivoluzionaria e attraverseremo i luoghi che nella memorabile mattina del 27 maggio 1860 furono teatro della battaglia garibaldina e in cui, poco più di cento anni dopo, Visconti avrebbe girato gran parte delle scene che quei fatti volevano rievocare. Ricordando qualche episodio della battaglia e alcune scene del film, arriveremo a Piazza Rivoluzione, luogo simbolo della Palermo risorgimentale, dove campeggia la statua del Genio simbolo della città e si trova Palazzo Trigona-Scavuzzo, legato ad una delle esperienze più tragiche dell’infanzia di Giuseppe Tomasi. Da Piazza Rivoluzione a Piazza Croce dei Vespri il passo è breve, ma il salto nella memoria storica è di quasi seicento anni: un’altra rivoluzione, quella dei Vespri, che, come quella del 1860, avrebbe cambiato per sempre il destino della Sicilia. Ma più che alla piazza in sé il nostro interesse sarà rivolto al grande palazzo che la chiude da due lati a angolo retto: Palazzo Gangi, dove Luchino Visconti nel 1962 ricostruì l’ambientazione del palazzo Ponteleone del romanzo e girò l’indimenticabile lunga sequenza del ballo. Al termine del percorso tempo libero per un pranzo veloce (ciascuno potrà scegliere tra lo street food palermitano, alla brioche con gelato, una arancina ecc.). Pomeriggio a disposizione per una passeggiata nella zona ztl di Palermo e possibilità di shopping. Alle 17,30 circa trasferimento ad Agrigento per il check-in in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 2 – giovedì 14 marzo: La Palma del Gattopardo, la Valle dei Templi e la vera “Vigata letteraria” di Andrea Camilleri.

Al mattino andremo a visitare la cittadina di Palma di Montechiaro, fondata nel Seicento dalla famiglia Lampedusa, insieme alla nostra guida Totò Costantino che ci farà rivivere le ambientazioni d’epoca e la storia di questa città che deve alla famiglia Tomasi la sua nascita e buona parte della sua fama nel mondo. Visiteremo il Palazzo Ducale, l’antico Monastero Benedettino e la maestosa Chiesa Madre, oltre ad avere la possibilità di girare per le storiche vie del paese il quale è considerato uno degli ultimi pezzi di Sicilia autentica. Ritorno ad Agrigento per la visita guidata della Valle dei Templi e successivo rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio visita al borgo marinaro di Porto Empedocle – la vera “Vigata letteraria di Andrea Camilleri”, luogo di nascita sia di Luigi Pirandello che del papà del Commissario Montalbano. Inizieremo visitando la Casa Natale del premio Nobel per la Letteratura 1934 nella Contrada del Caos, proseguiremo fino alla Vecchia Marina di Girgenti, la vera Vigata dei romanzi di Montalbano, per rivivere le ambientazioni e le suggestioni che hanno reso Porto Empedocle famosa nel mondo grazie ai libri di Montalbano. Passeggiando lungo la Via Roma scopriremo i vicoli e i cortili della città vecchia fonte d’ispirazione narrativa per questi due grandi maestri della letteratura italiana del Novecento. Il percorso trasformerà i luoghi nella “Città teatro della vera Vigata letteraria di Andrea Camilleri” con attori di una compagnia locale che rievocheranno, insieme agli abitanti di alcuni cortili, momenti dei libri e della serie televisiva del Commissario Montalbano. Il percorso si chiuderà di fronte la maestosa Torre Carlo V a cui Camilleri ha dedicato il romanzo storico La strage dimenticata. Prima del rientro in hotel ammireremo la straordinaria Scala dei Turchi da un meraviglioso punto panoramico. Rientro in hotel per la cena e pernottamento.

Giorno 3-venerdì 15 marzo: La Girgenti di Pirandello e la Fiaccolata dell’amicizia

Dopo la prima colazione in hotel trasferimento nella parte più alta della collina di Girgenti per scoprire la città storica del premio Nobel per la letteratura. Il percorso inizierà dalla Cattedrale per finire poi nell’agorà agrigentina la Via Atenea cuore pulsante della città. Il Centro Storico di Agrigento è un dedalo meraviglioso di vicoli e cortili che si intersecano come se fosse una medina mediorientale. È dall’ispirazione di questo scrigno incantevole di viuzze e stradine, le prime fondamenta risalgono al IX secolo con l’arrivo degli Arabi poi i Normanni dal XII secolo lo fortificarono con le mura che ressero fino al 1949, che Luigi Pirandello trovò ispirazione per le sue opere, tra cui il capolavoro I vecchi e i giovani considerato uno dei più importanti testi per comprendere il Risorgimento italiano. Vedremo i luoghi simbolo del centro storico e dell’opera pirandelliana: la Casa del Granella, la maestosa Cattedrale di San Gerlando, la solenne Biblioteca Lucchesiana del 1765, la Chiesa di Santa Maria dei Greci (dall’esterno), oltre a rivisitazioni di alcuni dei più bei cortili e vicoli della città vecchia ove, prima dell’avvento della modernità, viveva la comunità agrigentina. Rientro in hotel per il pranzo. Nel tardo pomeriggio si potrà partecipare alla “Fiaccolata dell’Amicizia” uno degli eventi più attesi e ricchi di significato del Mandorlo in Fiore. Tutti i gruppi partecipanti, infatti, in segno di amicizia e concordia tra i popoli sfilano danzando e cantando, per le vie della città e a contatto con la popolazione, con le fiaccole accese. A seguire rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 4-sabato 16 marzo: La Regalpetra di Leonardo Sciascia

Dopo la prima colazione ci trasferiremo a Racalmuto, la “Regalpetra del Maestro Leonardo Sciascia” uno dei più grandi intellettuali d’Europa che qui nacque e visse buona parte della sua vita fino alla sua dipartita nel 1989. Accompagnati dallo scrittore Salvatore Picone, uno degli allievi e discepoli di Sciascia autore a sua volta del libro, “Dalle parti di Leonardo Sciascia”, andremo a scoprire la geografia sciasciana sui luoghi che maggiormente hanno influenzato la sua opera e, possiamo dirlo con onore, quasi cinquant’anni di vita intellettuale italiana: dalla Fondazione Sciascia, luogo simbolo della sua eredità, alle Scuole Elementari Macaluso, che frequentò e dove iniziò la sua professione di maestro elementare e dove è stata allestita un “aula museo” in suo onore. Si proseguirà con la visita di “Casa Sciascia”, la casa museo dove il Maestro di Regalpetra è cresciuto con le zie, per poi visitare il Circolo Zolfatai e quello Unione. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio possibilità facoltativa di partecipare ad uno degli spettacoli folkloristici, che si svolgono in teatro, durante il quale i gruppi partecipanti al Festival Internazionale del Folklore si esibiscono in un esclusivo spettacolo. A seguire rientro in hotel, cena e pernottamento

Giorno 5 – domenica 17 marzo 2023: Mandorlo in Fiore in Piazza prima del rientro a Roma (da Palermo)

Al mattino colazione in hotel e passeggiata verso il centro della città per partecipare alla sfilata conclusiva del Mandorlo in Fiore. Una festa popolare con la sfilata di tutti i gruppi folkloristici che salutano la città prima di andare via. Rientro in hotel per il pranzo ed alle 15,00 partenza per l’aeroporto di Palermo con volo di rientro per Roma previsto per le ore 19,10. Fine tour.

PARTECIPAZIONE PER PERONA da Roma (MINIMO 35 PARTECIPANTI):

EURO 995,00
(quota valida per prenotazioni entro il 30Novembre 2023, dopo tale data € 1.052)

Supplemento singola: più Euro 240,00

D.I./polizza medico bagaglio: Euro 40,00

La quota comprende:

  • volo ITA A/R Roma-Palermo-Roma con BAG in stiva da 23 KG

  • Bus Gran Turismo a disposizione nel rispetto del programma (max 12 ore day)

  • Programma letterario e culturale come da proposta nonché accompagnatore letterario per tutto il tour

  • Cicerone letterario e Guida a Palermo

  • Ciceroni letterari come da programma

  • Teatro in Piazza nella Vera Vigata letteraria di Andrea Camilleri

  • audio guide

  • sistemazione in pensione completa presso Hotel della Valle 4* dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo giorno

  • Bevande ai pasti (acqua e vino locale)

La quota non comprende:

  • Assicurazione di annullamento

  • Ingressi e oboli ove previsti: Giorno 1: Palazzo Mirto a Palermo – 6€/pax (ticket);Giorno 2: Palma di Montechiaro obolo 1€/pax al Convento delle suore; Valle dei Templi ticket 10€/pax* (salvo che il Parco non inserisca nuove mostre, al momento c’è quella di Leonardo, che dura fino al 31/12/23 con il ticket alzato a 13€/pax, per marzo comunque dovrebbe essere 10€/pax come sempre); Casa Natale di Pirandello 4€/pax; Giorno 3: Biblioteca Lucchesiana 2€/pax, Cattedrale e Museo Diocesano 4€/pax ticket; Giorno 4: Fondazione Sciascia 4€/pax ticket, Casa Sciascia 1€/pax obolo
  • Eventuale partecipazione a spettacolo folcloristico facoltativo;

  • Tassa di soggiorno (3 euro al giorno per un totale di Euro 12,00)

  • mance ed extra personali

  • ogni altra voce non espressamente inclusa nella voce “La quota comprende”

COURTESY TRAVEL

direzione@courtesytravel.it – 3669059902

Possiamo aiutarti?
x-150x150